Quello che devi sapere sul trading Forex in Italia
Se stai considerando il Forex trading in Italia, vale la pena di sapere il più possibile su come funziona il settore. Capire il mercato e tutti i suoi giocatori significa anche che non avrai problemi a trovare grandi broker Forex in Italia. Vorremmo aiutarti con la tua comprensione, guardando il mercato Forex in Italia, e aiutandoti a trovare il broker Forex italiano giusto per le tue esigenze.

La regolamentazione dei broker Forex italiani rientra nella giurisdizione di CONSOB
Ovunque tu stia partecipando al trading Forex, ci sarà un ente locale di regolamentazione che è responsabile della supervisione del mercato. In Italia, la regolamentazione Forex è svolta dalla CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa), altrimenti nota come Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. Per molti anni la CONSOB ha adottato un approccio rigoroso per quanto riguarda gli investimenti che considera molto rischiosi. In qualche modo questo spiega perché è stato così duro con i broker di opzioni binarie. Al momento, tuttavia, i broker Forex in Italia non sono stati presi di mira. Quanto tempo rimarrà in quel modo non possiamo davvero dire. Ma ci tenga come uno dei tuoi preferiti, e ti terremo aggiornato con qualsiasi nuovo sviluppo.

Lo stato attuale dei trader Forex in Italia
L'Italia non ha ancora tenuto il passo con alcuni degli altri paesi europei, per quanto riguarda il commercio Forex. I paesi con una presenza molto più ampia, come Germania e Regno Unito, si sono sviluppati ben oltre l'attività di intermediazione Forex in Italia. L'interesse per il Forex si è notevolmente ridotto negli ultimi anni e molti trader di Forex italiani utilizzano broker registrati in altri paesi europei.

Non sorprende che questo sia il modo in cui è andato, e la colpa può essere messa alla porta dell'euro. Questa moneta unica dell'UE ha spinto altre valute nei recessi più profondi e oscuri della storia. Prima dell'euro, la moneta italiana, la Lira, era una forza da non sottovalutare. Il che significava che le condizioni erano giuste per gli affari sul mercato Forex in Italia. Quando fu adottato l'euro, i broker italiani dovevano competere con altri mercati in Europa. E le condizioni in quei mercati erano molto più favorevoli.

Il fatto che l'economia italiana avesse bisogno di un pacchetto di salvataggio da parte della Banca centrale europea non ha aiutato molto. Le condizioni commerciali sono migliori in altri paesi dell'UE, quindi i broker Forex tendono a concentrare i loro sforzi lì.

Non stiamo dicendo che non ci sono buoni broker forex italiani nostrani. Al contrario, in effetti. Un numero, anche se piccolo, ha deciso di rimanere e di sporgere. Le società di intermediazione in Italia sono o localmente basate, o filiali di brokeraggio offshore che hanno semplicemente deciso di aprire negozi in Italia.

Diversi tipi di broker Forex in Italia
Abbiamo già detto che ci sono due tipi di broker, e ora li guarderemo un po 'più in dettaglio.

Intermediari Forex nostrani in Italia
Questi broker operano utilizzando le proprie piattaforme proprietarie o sono un marchio personalizzato, basato sull'offerta e sui pacchetti di società di trading Forex estere. Alcune di queste aziende offrono prodotti che sono stati sviluppati per clienti italiani e i prodotti sono pensati su misura per gli operatori del mercato italiano.

Broker che sono filiali di marchi consolidati
Questi broker avrebbero già operato in altri mercati più sviluppati, ad esempio nel Regno Unito, a Cipro e in Germania. Queste filiali devono ottenere una licenza dalla CONSOB per poter operare.

Cosa riserva il futuro per il Forex in Italia
La giuria è ancora fuori per Forex in Italia, ma c'è un barlume di speranza che riacquisterà il suo posto nel mercato. Le aziende affermate hanno individuato il mercato sottoservito e sono desiderosi di incassare. La CONSOB ovviamente aiuterà, poiché finora sembra che sia dalla parte del trading Forex. La CONSOB è riuscita a restringere il campo in relazione alle opzioni di investimento e attualmente il pubblico italiano ha solo azioni o Forex in cui investire.

I trader Forex in Italia possono essere certi che la loro protezione viene presa sul serio da CONSOB, in quanto ha una forte influenza normativa sui broker che offrono servizi Forex in Italia. E questo è garantito se il broker è italiano o una società offshore.

E questa non è una buona notizia per gli investitori che intendono negoziare valute estere in Italia. La CONSOB ha avviato il processo verso la piena collaborazione con gli organismi di licenza britannici e francesi per identificare le società di brokeraggio Forex non registrate. Ad esempio, un broker forex non deve essere basato in Italia per offrire servizi Forex. Grazie ovviamente a Internet. Possono rivendicare la licenza nel Regno Unito o in Francia, ma come può un trader essere sicuro che sia vero? Dopo tutto il logo sembra in buona fede. La nuova iniziativa tra questi 3 paesi significa che non c'è nessun posto dove nascondersi. Un commerciante può rapidamente e facilmente confermare, tramite CONSOB, che l'azienda ha realmente una licenza.